Paleontologia

Prima di cominciare serve una premessa: un sistematico mi ucciderebbe per il modo in cui ho usato la parola “famiglia”, infatti essa indicherebbe la categoria tassonomica più piccola dell’Ordine (gli Ordini contengono Famiglie e sono contenuti nelle Classi), che a sua volta contiene il genere. Parleremo prossimamente delle basi della Sistematica, per capire anche cosa significhino quelle due parole strane e latineggianti che identificano ogni specie.

In questo articolo parleremo di specie animali molto diverse fra loro e accomunate solo da una caratteristica: vivono o vivevano in ambiente acquatico. Infatti la spinta di galleggiamento contrasta in parte la gravità e permette lo sviluppo di dimensioni a volte davvero ragguardevoli.

Cosa vi verrebbe in mente se io dicessi la parola “uccelli”? Dovrebbero venirvi in mente due categorie di animali: esserini piccoli e graziosi come il pettirosso (Erithacus rubecula), un piccolo uccello cantore di massimo 22 grammi di peso e circa 7 centimetri di apertura alare.

Se dicessi “libellula” a cosa pensereste? Sicuramente a quegli insetti dalle quattro grandi ali che sorvolano gli stagni in estate con la grazia di ballerine classiche. Infatti, Libellula è un genere dell’ordine degli Odonati: eleganti insetti volatori le cui neanidi si sviluppano in ambiente acquatico. Per esempio questa: