divulgamus

Alessia Ciccotti

Alla scoperta dell’Orto medioevale di Perugia

by Alessia Ciccotti on

L’Orto medievale, del Centro di Ateneo per i Musei Scientifici (C. A. M. S), è collocato all’interno del complesso di San Pietro e originariamente veniva utilizzato come orto-giardino dai monaci benedettini.

Alessia Ciccotti

Alla scoperta di… Salvia officinalis L.

by Alessia Ciccotti on

Salvia officinalis L. appartiene alla famiglia delle Lamiaceae, che comprende piante erbacee, lianose, arbustive e raramente arboree. A questa famiglia appartengono ben 236 generi e circa 7200 specie. La sottofamiglia più grande e più caratteristica è quella delle Nepetoideae (Dumort.) Lueress., che comprende circa 3400 specie in 105 generi, tra cui il genere Salvia L.

Alessia Ciccotti

La storia dell’orso bruno marsicano

by Alessia Ciccotti on

Le origini dell’orso bruno marsicano, il simbolo del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, iniziano nel lontano Pleistocene inferiore (che iniziò 2,6 milioni e finì 781 mila anni fa), quando l’orso bruno comparve in Europa. Essi presero il posto degli orsi etruschi (Ursus etruscuse dettero vita alla linea degli orsi delle caverne e alla forma tipica U. arctos L., 1758.

La fauna saproxilica e la sua importanza ecologica

by Ivan Berdini on

Le foreste sono ecosistemi molto complessi, i più complessi presenti sulla terraferma. La loro componente fondamentale è la flora arborea, che ne costituisce la gran parte della biomassa e sostiene una grande varietà di fauna durante tutto il suo ciclo vitale. Gli alberi (vivi, senescenti o morti), le loro foglie, i loro frutti e i loro semi forniscono sostentamento e ambienti per moltissime specie di funghi e di animali, che a loro volta nutrono molte altre specie animali, tra cui anche uccelli, mammiferi e rettili. Ma la componente di questa fauna più importante da un punto di vista ecologico è quella che vive a spese del legno morto o marcescente, che è chiamata fauna saproxilica. Ma perché è così importante?

Alessia Ciccotti

Alla scoperta di “Nemo”

by Alessia Ciccotti on

Il pesce pagliaccio, reso celebre dal film d’animazione della Disney, è fra le specie che più risente del maxi fenomeno di sbiancamento dei coralli, che sta interessando le barriere coralline di tutto il globo e che ha raggiunto livelli record nella Grande barriera australiana.

Alessia Ciccotti

[Carte di identità] L’orso bruno marsicano

by Alessia Ciccotti on

Sui social da tempo troviamo articoli, foto e video di orsi, come l’ormai nota Gemma, che si aggirano senza paura tra le stradine dei paesi dell’Abruzzo, dentro o alle porte del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. La notizia è stata trasmessa anche dai telegiornali, ma continua a sorprendere, e c’è chi parte solo con la speranza di incontrarli.

Alessia Ciccotti

Spettacoli naturali: l’Hanami dei ciliegi giapponesi

by Alessia Ciccotti on

Con la primavera inizia l’Hanami (“ammirare i fiori”), tradizionale usanza giapponese di godere della bellezza della fioritura primaverile degli alberi, in particolare di quella dei ciliegi, i cui fiori si chiamano sakura.

Alessia Ciccotti

Il minuscolo abitante del Lago di Pilato

by Alessia Ciccotti on

Nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini, che occupa circa 70.000 ettari di terreno compresi fra Marche e Umbria, nel gruppo montuoso del Vettore (2.467 m), si apre una valle glaciale sul cui fondo si raccolgono le acque di scioglimento delle nevi, formando un piccolo lago: il Lago di Pilato.

L’attenzione che questo lago merita, riguarda, principalmente, la presenza di un minuscolo abitante: un endemico crostaceo branchiopode, scoperto nel 1954 da Vittorio Marchesoni, direttore dell’Istituto di Botanica dell’Università di Camerino. Vennero successivamente effettuati ulteriori campionamenti da Ruffo e Vesentini (1957), i quali stabilirono che si trattava di una nuova specie. La nuova entità venne pertanto dedicata a Vittorio Marchesoni, denominandola Chirocephalus marchesonii.